Expertise

I falsi sono sempre più numerosi nell’arte. Il parere di un esperto, competente e autorevole, in merito all’autenticità e all’attribuzione, è un passo fondamentale per conoscere, valorizzare, comprare o vendere un’opera d’arte antica e moderna.


Secondo quanto detta il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.42, c.d., Codice dei beni culturali e del paesaggio: “chiunque esercita l’attività di vendita al pubblico, di esposizione a fini di commercio o di intermediazione finalizzata alla vendita di opere di pittura, di scultura, di grafica ovvero di oggetti d’antichità o di interesse storico od archeologico, o comunque abitualmente vende le opere o gli oggetti medesimi, ha l’obbligo di consegnare all’acquirente la documentazione che ne attesti l’autenticità o almeno la probabile attribuzione e la provenienza delle opere medesime”. In assenza di tale documentazione, è obbligatorio “rilasciare, con le modalità previste dalle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, una dichiarazione recante tutte le informazioni disponibili sull’autenticità o la probabile attribuzione e la provenienza. Tale dichiarazione, ove possibile in relazione alla natura dell’opera o dell’oggetto, è apposta su copia fotografica degli stessi”.


Le perizie, secondo quando disposto dalla legge, sono una tutela per chi compra opere d’arte e un impegno per chi le possiede con l’obiettivo di vendere e capitalizzare. Sono inoltre uno strumento utilissimo per la comprensione della storia dell’arte.

Referenti

Renato Guerrucci 

Laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Pisa nell’Anno Accademico 2003-2004, dal 2008 Dottore di Ricerca in Archeologia Medievale con titolo conseguito presso l’Università degli Studi de L’Aquila. Dopo una lunga esperienza come legale rappresentante di uno studio associato di archeologia, con all’attivo importanti cantieri quali quello di Palazzo Rosselmini Gualandi in Pisa (Palazzo Blu) oggi sede delle collezioni e della Fondazione della Cassa di Risparmio di Pisa, si dedica da sempre al collezionismo, allo studio e al commercio di oggetti d’arte, con particolare interesse per i periodi medievale e moderno. Autore di opere di argomento archeologico e storico-artistico, tra cui “Intorno a una statua del secolo XII, ipotesi a confronto sul nome di Biduino” (2013), “Il Parco Archeologico di Santa Maria a Monte” (2013), “L’Oratorio di San Giovanni Battista a Cascina” (2017), “La Pieve dei Santi Cassiano e Ippolito” (2017).

Contatti

Casa Nannipieri Arte

Centro Studi Abbazia di San Savino

C.F. e P.IVA 01947930507


Seguici su

© 2020 Casa Nannipieri Arte | Tutti i diritti riservati | Sito creato da W.Design